Camorra, misteriosa intercettazione sul boss dei Casalesi: "Voglio due tute originali del Napoli"


Redazione
Varie
21 APR 2019 ORE 00:00

C'è una frase che, secondo gli inquirenti, sarebbe una frase in codice, del boss, che suscita molta attenzione

Ancora nuovi risvolti dell'inchiesta condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli su presunti inquinamenti della camorra negli appalti Rfi, Rete ferroviaria italiana. Agli atti anche alcune intercettazioni. Come riferisce Repubblica.it una di queste riguarda lo storico capo del clan dei Casalesi, Francesco Schiavone, detto "Sandokan" per la sua somiglianza all'epoca con Kabir Bedi, l'attore della serie televisiva che negli anni Settanta fu dedicata al personaggio creato da Emilio Salgari.

In sostanza c'è una frase che, secondo gli inquirenti, sarebbe una frase in codice, del boss, che suscita attenzione. "Sandokan" si lamenta perchè un suo omonimo, l'imprenditore Schiavone, che conosce da molti anni, è libero mentre lui è chiuso da anni dietro le sbarre. Da lui, "Sandokan" vuole "due tute originali del Napoli". A cosa si riferisca, resta un mistero. Ai magistrati il compito di capire cosa siano davvero le tute invocate da Schiavone.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Tocca a Icardi, Napoli e Lozano lo aspettano. ADL vicino al sì per 60 milioniLozano star, boom di followers per il Napoli! Suo arrivo legato all'uscita Champions del PSVSPORTITALIA - Icardi non convinto, Nizza in pole per Ounas. Ultime su Hysaj e Llorente
SKY - Il Napoli non aspetterà Icardi in eterno. Llorente in vantaggio per il suo entusiasmoNeymar vicino alla Juve? Pistocchi risponde per le rime: "Stessa fonte di Guardiola e la borsa..."Rivieccio duro: "Icardi? Aveva ragione Diego! Io, prima di acquistare un calciatore..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.