Verona, Juric e la firma con il Napoli: arriva la risposta del tecnico in conferenza stampa


Redazione
Interviste
14 FEB 2020 ORE 15:06

Ivan Juric ha parlato della voce che lo vorrebbe vicino al Napoli nel corso della conferenza stampa pre gara.

Ivan Juric, allenatore del Verona, in conferenza stampa ha risposto anche sull'ipotesi Napoli ai giornalisti presenti. Ecco quanto riportato da tuttomercatoweb.com: "Juric al centro dell'attenzione? Io sto bene, ma non per questo. Sono contento di come stiamo andando, i ragazzi sono soddisfatti. Il resto conta meno. Penso sia normale, con una squadra che parte come ultima. Sono contento perché la squadra gioca bene, i ragazzi si stanno togliendo soddisfazioni. Non deve influire sul nostro rendimento. Udinese più difficile della Juventus? Per me hanno una rosa molto forte, con giocatori forti fisicamente e di velocità, come Lasagna e De Paul, che è un top player. Rimango dell'idea che tutte le partite per noi sono uguali, può succedere di tutto, dipende da noi e dall'avversario".

Borini è l'attaccante perfetto per voi?

"Per certe partite va bene lui, in altre va bene una punta classica. Purtroppo Pazzini si è fatto male, starà fuori per un po', anche Di Carmine non è al massimo".

Pazzini e Badu come stanno?

"Badu deve ritrovare il ritmo, per il Pazzo penso sia una piccola lesione sul polpaccio, vogliamo vedere ma domani non ci sarà".

Salcedo invece?

"Sta crescendo, non è al massimo ma comincio a vederlo come prima. Lo porto a Udine, anche se non è ancora nei miei pensieri".

Che idea comune avete?

"C'è grande applicazione di quello che facciamo in settimana, se non ce l'avessimo non avremmo nessuna chance contro le altre squadre. È una bella caratteristica, ci sta dando risultati positivi".

In cosa ti sei diversificato da Gasperini?

"È un'evoluzione del materiale che hai. Ci sono concetti che non modifichi mai, come l'aggressività, ma anche noi rispetto a inizio stagione siamo diversi. Non è la stessa cosa giocare con Zapata o Verre. La base parte da Gasperini".

Dimarco può avere più spazio dall'inizio?

"Penso che finora Faraoni e Lazovic abbiano avuto un rendimento altissimo. Ieri Adjapong ha fatto un grande allenamento, ma lui e Dimarco sono svantaggiati. Mi spiace per loro. Se ci sarà un calo questi due ragazzi dovranno farsi trovare pronti".

Cosa si dice ad una squadra dopo aver battuto la Juventus?

"Loro erano entusiasti, parto dal presupposto di dove siamo partiti. Eravamo ad un livello basso, cercavamo gli esuberi, e anche così facevamo fatica a pagarli. Quando affronto l'Udinese per me è il Real Madrid, cinque mesi fa era così. Devono stare molto attenti, non abbassare la guardia e ottenere la salvezza".

Quando avete avvertito che stavate facendo qualcosa di speciale?

"È una stagione anomala, ma non è ancora arrivato quel momento. Spero arrivi".

Cosa cambia giocare a pranzo?

"Spero niente, anche se col Toro nel primo tempo avevamo fatto male. Spero i ragazzi entrino cattivi e motivati".

Può essere il momento di Eysseric?

"È uno tra i tre davanti, può giocare anche in mezzo, ma secondo me bisognava partire dal ritiro per certi aspetti. Mi piace tecnicamente".

Gunter cresce molto.

"Ci sono pochi giocatori in A con quella qualità nei passaggi e nella lettura del gioco. Sta facendo bene, ha trovato continuità. Deve mantenere questa concentrazione".

Qualcuno scrive che tu abbia firmato col Napoli.

"Non è così, la situazione con la società è chiara. Dopo dovrò parlare con il presidente, che è quello che decide".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Maifredi: "Napoletano razza superiore, mi ha aperto un mondo! Il club mi voleva: andai al Mediterraneo e...""Messi a Napoli", la bomba (al cioccolato?) fa vibrare i social: tifosi scatenati, commenti imperdibili
Fedele: "Lazio di Inzaghi meglio del Napoli di Sarri! Immobile, sapete cosa ha detto Lotito?"Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"
Milan, piove sul bagnato: Pioli perde due calciatori in vista della Fiorentina. Il comunicato del clubDalla Spagna: "Barcellona nella bufera, possibili dimissioni di Bartomeu". Intanto Messi, Piquè e...
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.