Sconcerti: "La Juve ha giocato con lo schieramento peggiore. Fatemi dire una cosa sul Napoli"

Scritto da Redazione in Interviste14 FEB 2018 ORE 08:42

L'andata degli ottavi di finale di Champions League tra Juventus e Tottenham è terminata 2-2 allo Juventus Stadium. Il giornalista della RAI, Mario Sconcerti, ha commentato così la prestazione dei bianconeri sul Corriere della Sera: "La Juve ha segnato troppo presto, ha lasciato la squadra per tutto il resto della partita con lo schieramento peggiore, 4 attaccanti e appena 2 centrocampisti di ruolo contro un avversario che sapeva solo tenere la palla. C’è nella partita della Juve il rigore sbagliato da Higuain, ma c’è ancora una volta un gioco troppo ovvio, quasi soltanto teso a difendersi. La Juve ha un calcio molto bello quando vuole correre, ma sembra ormai abituata a rinunciare".

"Subire è diventata un’orazione, una necessità mistica. Non può essere l’unico progetto. In campo europeo non può bastare e non richiama una grande squadra, accenna piuttosto alle antiche favole sul calcio italiano. È tempo di tornare al gioco. Questa Juve rischia seriamente di andar fuori. La Juve nascosta, potenziale, è ancora nettamente più forte del Tottenham. Ma dov’è?". Sconcerti a Radio Marte ha invece parlato così del Napoli: "Sarri fa giocare gli azzurri in modo spettacolare. Gli azzurri hanno un'identità precisa che è stata data loro dal suo allenatore. I partenopei stanno facendo davvero belle cose e credo possano fare bene fino alla fine".

Consigliati dal Web