Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

Under 14 paganti al San Paolo, il Tribunale condanna il Napoli: sentenza storica!

Scritto da Redazione in Varie2 DIC 2018 ORE 10:26

Come sottolinea l'edizione odierna del quotidiano Cronache di Napoli la sentenza è destinata a diventare storica.

La sentenza emessa dalla 12esima sezione del tribunale di Napoli lo scorso 22 novembre, come sottolinea l'edizione odierna di Cronache di Napoli, ha condannato il Napoli dando invece ragione ai tifosi, assistiti dall'avvocato Erich Grimaldi, che avevano sempre pagato il biglietto intero per i loro figli, pur essendo minori di 14 anni. Una sentenza che è destinata a diventare storica. Condannato il Napoli, risarciti i due ragazzini. Una legge del 2007 obbliga il club a garantire gratuitamente l’ingresso allo stadio, in limitati settori, ai bambini sotto i 14 anni. Ecco quanto si legge:

"La legge n.41/2007 non prevede limitazioni nè in ordine ai settori dello stadio in cui rendere gratuito l'accesso dei minori, nè in ordine al numero di posti. Gli unici limiti che discendono dalla disposizione in esame sono due: è consentito l' accesso gratuito di un solo minore per ciascun adulto; tale accesso è consentito soltanto per un numero di manifestazioni sportive non inferiore al 50% di quelle organizzate nell' anno. Questi sono gli unici due limiti imposti dalla norma in parola, la quale quindi va interpretata nel senso che il computo dei posti allo stadio, disponibili per i minori degli anni 14, accompagnati, ciascuno, da un adulto pagante, va fatto con riferimento all'intero stadio e non soltanto ad un settore limitato di esso. La norma non pone alcuna limitazione al rilascio dei biglietti a seconda dei settori dello stadio, onde tale rilascio deve intendersi obbligatorio per ogni settore dello stadio stesso, senza nessuna esclusione. Opinando diversamente, si finirebbe per introdurre, surrettiziamente, una limitazione rimessa alla discrezionalità dell' organizzatore, che vanificherebbe le ragioni di utilità sociale sottese alla disposizione invocata".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie