RETROSCENA - Allan voleva tornare a casa, la moglie è incinta. Doveva firmare un documento, ma...


Redazione
Varie
8 NOV 2019 ORE 21:45

Secondo alcune voci Allan Marques voleva tornare a casa per stare vicino alla moglie che è in dolce attesa.

Caos Napoli. Emergono altri particolari della clamorosa protesta di martedì sera, quando gli azzurri si sono rifiutati di continuare il ritiro imposto dal presidente Aurelio De Laurentiis sino al match di sabato contro il Genoa. Secondo voci riportate dal sito Si Gonfia la Rete, pare che la squadra abbia atteso invano il patron per chiedere di interrompere il diktat o quantomeno consentire almeno ad Allan di tornare a casa. La compagna del centrocampista brasiliano Thais è in dolce attesa del terzogenito.

De Laurentiis non si è presentato negli spogliatoi, ma ha lasciato in fretta e furia il San Paolo. Il resto della dirigenza, pare avesse acconsentito al ritorno a casa solo di Allan. Al brasiliano era stato chiesto di firmare un documento che attestasse la richiesta di interrompere il ritiro. Pare che il centrocampista si sia rifiutato di apporre la sua sigla e di aver comunicato l’intenzione di tornare dalla sua famiglia. A quel punto Insigne – che sino a quel momento aveva cercato di fare da paciere – e Mertens avrebbero seguito Allan nell’interruzione del ritiro. Via via anche gli altri calciatori hanno scelto di disattendere le decisioni di De Laurentiis in una delle serate più grottesche della storia del Napoli. 

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Ronaldo cerca una via di fuga dalla Juve. Mourinho dà spettacoloPRIMA PAGINA TUTTOSPORT - La Juve russa: bloccato Miranchuk! Grosso caso Balotelli
Corrado: "Sarri mi faceva divertire, Ancelotti no!". Le risposte di Fedele e Malfitano al giornalistaPalmeri: "Ancelotti da 4.5: il suo Napoli è inaccettabile! Maran da 9, ma il migliore è un altro"
Bucchioni: "Napoli, Inzaghi per il dopo Ancelotti. Ronaldo va via, arrivano MBappè e Pogba"Piccinini: "Immobile eccezionale, Belotti è rinato. Sul Napoli lasciatemi dire che..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.