Juventus, il rigore contro il Milan fa discutere. Il commento di Cesari non lascia più alcun dubbio


Redazione
Varie
14 FEB 2020 ORE 15:56

Graziano Cesari, ex arbitro, ha parlato del rigore concesso alla Juventus, in Coppa Italia contro i rossoneri del Milan.

Graziano Cesari, ex arbitro, ha commentato così su Sportmediaset.it il rigore concesso ieri sera alla Juventus nella semifinale di andata di Coppa Italia contro il Milan: "Non ho nessun dubbio: il rigore non c'era. Intanto, come ha ricordato Pioli, l'azione nasce da un fallo evidente di Alex Sandro su Ibrahimovic. Poi va analizzata la dinamica del fallo di Calabria: il difensore del Milan salta di testa, non trova il pallone, e quando è ancora in area viene colpito dal pallone calciato da Ronaldo mentre è di spalle, anche se con il braccio largo".

Poi aggiunge: "L'episodio è molto simile a quello di Cerri in Cagliari-Brescia alla prima giornata per il quale venne concesso un rigore che lo stesso Rizzoli considerò sbagliato. Calabria è scomposto, ma è in volo e girato di spalle. Insomma, non poteva farci niente e non fa niente per ostacolare volontariamente Ronaldo. In sintesi devo dire che la direzione di Valeri è stata molto confusa, fuori fase e incoerente: il voto che merita il direttore di gara è 4".

e

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Giordano: "Messi al Napoli è utopia, ma è bello pensare che accada. L'Italia lo tenta, anche Ronaldo..."Juventus, un'altra brutta notizia per Sarri: si ferma Higuain! Il comunicato del club
Maifredi: "Napoletano razza superiore, mi ha aperto un mondo! Il club mi voleva: andai al Mediterraneo e...""Messi a Napoli", la bomba (al cioccolato?) fa vibrare i social: tifosi scatenati, commenti imperdibili
Fedele: "Lazio di Inzaghi meglio del Napoli di Sarri! Immobile, sapete cosa ha detto Lotito?"Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.