Incredibile, i tifosi urlano: "Arbitro, sei juventino!" e il Giudice Sportivo punisce il club!


Redazione
Varie
3 DIC 2019 ORE 23:52

Il Giudice Sportivo non fa sconti e, preso nota di quanto apparso del referto, ha comminato un'ammenda al club.

PERUGIA - Incredibile, ma vero: dal Giudice Sportivo della Federcalcio umbra è stata considerata un'offesa la frase "Arbitro, sei uno juventino!" rivolta da alcuni tifosi al direttore di gara di un match locale. Alla società, la Sf Castiglione del Lago Asd, è stata così inflitta un'ammenda di 120 euro. L'episodio è avvenuto durante una partita del campionato under 15 regionale a1 dell'Umbria, come raccontato dalla redazione dell'agenzia ANSA.

Nel provvedimento del Giudice sportivo Marco Brusco, nel dettaglio, c'è scritto che "per buona parte della partita" i tifosi della società "offendevano reiteratamente il direttore di gara con frasi come 'sei un fallito, sei uno juventino, non sai fare niente, ecc'...". L'arbitro annotato tutte queste espressioni e le ha riportate nel suo referto a fine partita e quindi sanzionate, come riportato nel comunicato ufficiale del Comitato regionale Umbria della Figc, Lega Nazionale Dilettanti.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Napoli, Genk e poi Gattuso! Capolinea Ancelotti: esonero o dimissioniBiasin: "Gattuso al Napoli: non è una bella notizia per ADL. Affare Ibra, occhio alle sorprese"
PRIMA PAGINA CORRIERE - Ribaltone! Una clamorosa decisione scuote il Napoli: pronto GattusoNapoli-Genk, Marcolin si sbilancia: "Vi dico il risultato esatto!". Fedele commenta: "Sono d'accordo"
Ancelotti, nessuna comunicazione di dimissioni ai calciatori. Retroscena da Castel VolturnoSantini: "Koulibaly vuole andare via, fissato il prezzo. Inter, due acquisti: uno sarà Chiesa"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.