GDF sequestra la casa alla madre di Lucarelli!


Redazione
Varie
3 DIC 2010 ORE 14:17

La Guardia di Finanza di Livorno ha sequestrato la casa popolare assegnata alla madre dei calciatori Cristiano e Alessandro Lucarelli, Franca Bussotti.

La Guardia di Finanza di Livorno ha sequestrato la casa popolare assegnata alla madre dei calciatori Cristiano e Alessandro Lucarelli, Franca Bussotti. Lo scrive il quotidiano Il Tirreno. Il provvedimento, notificato ieri alla Casalp (la società che gestisce le case popolari a Livorno), è scattato nell'ambito di un'inchiesta che vedrebbe indagati anche Alessandro Lucarelli, che gioca nel Parma, e il padre Maurizio, presidente di un'impresa portuale.

L'abitazione al centro delle indagini è quella del quartiere popolare di Shanghai. La misura del tribunale impedisce così la prosecuzione dei reati ipotizzati (truffa e falso ideologico) e quindi l'utilizzo da parte dell'assegnataria, cioè Franca. Da ora Casalp sarà custode dell'alloggio. La donna, secondo le accuse, avrebbe perso i requisiti per mantenere l'appartamento: risulta separata dal marito, ma di fatto secondo la Finanza vivrebbe con il marito in un'altra abitazione e avrebbe dichiarato un reddito bassissimo, ma lavorerebbe in un centro estetico della nuora. Diverse invece le accuse mosse nei confronti di Alessandro Lucarelli: il calciatore avrebbe utilizzato l'indirizzo della casa popolare come sede legale di una sua società immobiliare.

Fonte: Leggo

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Pazienza: "La mia griglia scudetto, ecco dov'è il Napoli. Sul capocannoniere, Lozano e Ribery..."Ceccarini: "Tonelli a un passo dalla cessione, la distanza è minima. Sapete quanti milioni dà ADL a Llorente?"Zazzaroni: "Non prendete Milik-Mertens al fantacalcio, punto su un altro napoletano: tutti i miei nomi"
VIDEO - "Ciao Napoli": prime parole e immagini di Lozano con la maglia azzurra!FOTO - L'intermediario di Llorente nella sede della Fiorentina: Pradè vuole anticipare il Napoli!Torino, Cairo esce allo scoperto: "Prendiamo Verdi dal Napoli? Ecco come stanno le cose"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.