Marino: "Maradona al Napoli nacque da una mia intuizione! La Juve lo rifiutò. Juliano voleva Socrates"


Redazione
Rassegna Stampa
23 MAR 2019 ORE 09:00

Pierpaolo Marino ha raccontato un aneddoto legato all'acquisto di Diego Armando Maradona da parte del club azzurro.

Lunga ed interessante intervista di Pierpaolo Marino ai microfoni di Tuttosport. L'ex DG del Napoli ha raccontato un aneddoto legato all'acquisto di Diego Armando Maradona da parte del club azzurro.

Dall’Avellino al grande salto al Napoli. Al Napoli di Maradona. "Ma tu sai chi ha portato veramente Maradona al Napoli?".

Ferlaino e Juliano, direi. "Allora ti racconto. Io ero ancora all’Avellino ed ero tutto indaffarato ad organizzare una amichevole col Barcellona, quando vengo sapere che Maradona non sarebbe venuto, perché aveva litigato con il club. Chiamai l’intermediario che si occupava dell’amichevole, Fujca, e gli dissi di vederci per provare a rescindere il contratto. Lui venne da me e parlando mi disse: “Sai, Diego è in rotta con il Barcellona, con Gaspart, per avere difeso Schuster. E adesso sarebbe pronto ad andarsene. Ma secondo te in Italia c’è qualcuno che potrebbe prenderlo?…”. Io ci pensai un attimo e risposi: proviamo con Juve e Sampdoria".

E lo hai proposto? "Chiamo Boniperti e gli dico che c’è la possibilità di prendere Diego. Ma lui mi risponde che Maradona è sicuramente un grande, ma non è il profilo del giocatore da Juve, diciamo così per tutto quello che si muove intorno. Telefono a Mantovani e lui mi dice: “Caro Pierpaolo, se prendo Maradona devo dar via Vialli o Mancini perché tre così non possono giocare insieme. E io non voglio privarmi né di Vialli e né di Mancini”. Lui, Fujca, insiste: ma non c’è proprio nessun altro…?".

E tu che fai? "Dico che per potenzialità è un’operazione che potrebbe fare il Napoli, ma che Ferlaino ha appena dichiarato di non voler fare pazzie sul mercato. Così, per scrupolo, chiamo Juliano e gli dico: Anto’, come stai messo a stranieri? E lui mi risponde. “Lascia stare, ho appena perso Socrates perché ce l’avevo in mano ma la notizia è uscita e la Fiorentina me l’ha soffiato…”. Gli spiego questa cosa di Maradona e lui risponde secco: ma che dici, è impossibile… Dopo mezzora però mi richiama e mi dice. Senti, così, senza impegno, non ne faremo nulla, ma senti se Fujca può passare da me domani mattina, così solo per capirne di più…".

E da lì parte la trattativa per Maradona al Napoli. "Non so nulla per un po’ di giorni. Poi comincio a leggere questa cosa sui giornali… Tutta questa storia comunque a me non ha portato in tasca una lira. Anche perché l’anno dopo sono andato al Napoli e questo è stato comunque il finale migliore".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
De Maggio: "Ancelotti, devo escludere una ipotesi paventata. Lunedì arrivano le multe"Da Torino: "Napoli e Juventus, gira una voce di scambio. Rabiot in azzurro ed Allan da Sarri?"
SKY - Napoli, possibile albero di Natale: cambia ruolo Zielinski? Mannaia di ADL, Callejon e Mertens...Adriana Spazzoli è morta, era la moglie di Giorgio Squinzi: altro grave lutto per il Sassuolo
Vulpis: "Io sto con ADL! E' come la pirlata di Vettel e lo sputo di Totti. Può crearsi un Caso DeLa"Fedele: "Ribaltone Napoli, è appeso a un filo. Squadra in ansia, ma arriva quarta anche senza Ancelotti"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.