Llorente ha già vinto una scommessa. E intanto è diventato l'idolo delle tifose del Napoli


Redazione
Rassegna Stampa
19 SET 2019 ORE 18:16

Il calciatore spagnolo non poteva augurarsi un impatto migliore in maglia azzurra: subito affetto da parte dei tifosi e poi il gol all'esordio in Champions.

I gol per conquistare i tifosi maschi. I suoi occhi verdi per le tifose donne. Fernando Llorente ha proprio tutto quello che serve per piacere a tutti. Nonostante lo scetticismo per la sua età e l’arrivo a Napoli da svincolato, l’ex Siviglia e Tottenham ha convinto il pubblico partenopeo: in due partite un assist e un gol. Il primo in azzurro segnato al debutto in Champions League, da subentrato e a quel Liverpool che lo ha sconfitto nell’ultima finale di Champions League. Insomma, se avesse voluto scrivere un inizio da incorniciare la trama sarebbe stata più o meno questa.

I TIFOSI sono già entusiasti di Llorente: quel bacio alla maglia azzurra dopo il gol ha spazzato via le perplessità sul suo passato juventino. Ma soprattutto ha dato conferma che il rinforzo per l’attacco non è solo Lozano, ma anche lui. Un inizio incoraggiante, con l’attaccante spagnolo che ha conquistato anche il pubblico femminile. In verità non gli è servito giocare: un fisico e un volto da modello sono più che sufficienti. Ma Llorente sta dimostrando di essersi integrato già bene in città. Martedì sera, dopo la partita, è andato a mangiare una pizza con i suoi agenti e il ds Cristiano Giuntoli. Si trattava di una piccola scommessa, che evidentemente è stata vinta: una cena col direttore sportivo che fortemente lo ha voluto al Napoli. Con l’attaccante c’erano anche gli agenti del calciatore, tra cui il fratello. Una serata da incorniciare. e proprio Miguel Llorente, fratello ed agente di Fernando, ha rilasciato una breve dicharazione a Radio Kiss Kiss Napoli commentando la prima rete dell'attaccante basco in maglia Napoli: “Martedì sera ero a San Paolo ma ora sto tornando in Spagna. Per descrivere la serata di ieri uso una sola parola: estasi».

LLORENTE ci teneva molto a cominciare bene: «Sono felice davvero. Il San Paolo mi ha dato forti emozioni. Non pensavo di poter aiutare la squadra così da subito, con un gol e un assist. Sono contento». A Llorente poco importa di cominciare dalla panchina. Carlo Ancelotti lo ha voluto anche per questo: ma se il suo rendimento sarà questo, è probabile che l’allenatore possa anche deciderlo di lanciarlo dal primo minuto. Per Lecce, intanto, è ballottaggio aperto tra lui, Lozano e Milik, che sta rientrando. Il posto di Dries Mertens, invece, al momento sembra intoccabile. (Giovanni Scotto - Il Roma)

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Laukaku. Irrefrenabile voglia di Zlatan. Ronaldo vuole il Pallone d'OroValcareggi: "Juve treno che non fermi. Napoli? Meglio l'Inter", poi la frecciata a Gasperini
Chiariello: "Parole ADL condivisibili, ma Mertens è un simbolo: non puoi prenderlo a parolacce!"Caressa: "Milan, sentito Pioli? E' rivoluzione copernicana! Napoli senza continuità, si è perso"
SKY - Rivoluzione Genoa: Preziosi esonera Andreazzoli, arriva un ex Napoli?Costacurta: "Ibrahimovic sta a Beverly Hills, chi glielo fa fare?", Bergomi: "A Napoli c'è il mare!"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.