Zenga: "C'è un portiere che preferisco in assoluto, gioca nel Napoli! L'alternanza non fa bene"


Redazione
Interviste
14 FEB 2020 ORE 16:18

Walter Zenga, ex portiere dell'Inter, ha parlato di Meret, nel corso di una intervista rilasciata a Tuttomercatoweb.com.

Walter Zenga, ex portiere dell'Inter, ha parlato della squadra nerazzurra ed anche del Napoli, ai microfoni dell'intervista rilasciata quest'oggi su Tuttomercatoweb.com: "Inter? Entrare nella testa di Conte non è facile. Eriksen deve trovare la posizione nel campo. In una partita così delicata, già il fatto che non c'è Handanovic, Antonio vuole affidarsi forse a chi già conosce il suo gioco. Eriksen è ultra-offensivo e dà tanta qualità. Può avere difficoltà nel centrocampo fisico della Lazio, dove rientrerà anche Milinkovic. Ma nel calcio conta la qualità".

Partita decisiva?

"E' un bel crocevia. Se consideriamo che la Juve nelle prossime due partite con Brescia e Spal dovrebbe vincerle entrambe, chi non dovesse vincere questa, considerando che la Juve avrà anche lo scontro diretto con entrambe in casa, potrebbe mandare il campionato in una certa direzione".

Quanto peseranno le assenze?

"Il problema è che senza Handanovic, senza nulla togliere a Padelli, l'Inter ha dimostrato che lo sloveno è di un altro livello. Lulic è importante nello scacchiere di Inzaghi, ma anche lì tra lui e Jony c'è differenza".

 

Cosa ne pensi dell'alternanza in casa Napoli tra Ospina e Meret?

"Con i portieri è meglio essere chiari e definitivi. L'alternanza non fa mai bene a nessuno. Chi preferisco Meret, in assoluto. Due anni fa dissi che i giovani portieri che mi avevano impressionato erano lui e Cragno".

 

Tra i tecnici, chi ti piace?

"Molto Maran, con il Cagliari che sta facendo un campionato sopra le righe. E poi Juric, che nessuno ad inizio anno gli avrebbe creduto e che tutti pensavano potesse durare tre settimane a Verona. D'Aversa poi ha cambiato il Parma, De Zerbi si sta confermando con una filosofia molto barcellonistica. Anche Gotti dell'Udinese, che dice sempre di non voler fare il primo, e invece...".

 

E Pau Lopez?

"Mi ha sorpreso. Non è facile per un portiere straniero confermarsi ad alti livelli. Non è facile sostituire un mostro sacro come Alisson. Chapeau per chi lo ha scelto".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"Milan, piove sul bagnato: Pioli perde due calciatori in vista della Fiorentina. Il comunicato del club
Dalla Spagna: "Barcellona nella bufera, possibili dimissioni di Bartomeu". Intanto Messi, Piquè e...Ceccarini: "Mertens non ha accordi con altre squadre, la volontà del Napoli. Vlahovic portento"
VIDEO - "Autogol" scatenati, Allegri e Sarri come Morgan e Bugo a Sanremo. Intanto all'Inter...Nicolodi: "Emre Can scomodo. Draxler? L'ho visto per la prima volta e sono impazzito, era clamoroso"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.