Trombetti: "A Sarri hanno detto di togliersi di mezzo. Non voglio pensare si sia creato il personaggio per..."


Redazione
Interviste
16 GIU 2019 ORE 21:58

L'ex rettore dell'Università Federico II di Napoli, nonchè noto tifoso del club azzurro, ha espresso alcune considerazioni.

Guido Trombetti, accademico, ex rettore dell'Università Federico II di Napoli, nonché noto tifoso del club azzurro, ha espresso alcune considerazioni ai microfoni di Televomero: "Cosa penso di Maurizio Sarri? Io non lo considero una divinità, un esempio. Non voglio pensare a male e credere che si sia creato un personaggio per lucrare. Per me è una persona qualunque e si è comportato da tale. Come allenatore, a Napoli ha creato un gioco impareggiabile. Ma a Napoli. A Londra, invece, lo sappiamo, i calciatori gli hanno detto: 'Per piacere, giochiamo come sappiamo. Togliti di mezzo'. Il match tra Arsenal e Chelsea l'ho guardato senza pathos, perché in Sarri non ho mai visto un personaggio mitologico".

Trombetti ha aggiunto: "Anche manifestare tutta questa delusione, perché va alla Juve, non lo capisco. E' un discreto tecnico. Carlo Ancelotti dicono che sappia allenare solo i grandi giocatori, allora Sarri sa allenare solo i lobotomizzati: perché solo i lobotomizzati possono ripetere settanta volte sempre le stesse azioni e gli stessi tocchi. Sarri è entrato nella Treccani? E ci uscirà con la stessa velocità con cui vi è entrato".

Potrebbe interessarti
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.