Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

SSC Napoli, Grassani: "Koulibaly è vittima e non carnefice! Background Muntari. ADL non molla..."

Scritto da Redazione in Interviste14 GEN 2019 ORE 13:05

L'avvocato Mattia Grassani, legale della SSC Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live.

L'avvocato Mattia Grassani, legale della SSC Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Radio Marte. Queste le sue considerazioni: "Kalidou Koulibaly verrà con me dal Giudice Sportivo? Non ho deciso di portarmelo dietro io come un cagnolino: è stato in primis il giocatore che, trattandosi di una questione fuori dall'ordinario, ha deciso di essere presente per spiegare il perché del suo comportamento, sebbene l'accaduto, a mio avviso andava gestito diversamente in termini disciplinari. Tra giovedì e venerdì potrebbe esserci l'incontro, è una questione di tempi tecnici. Ci aspettiamo una convocazione entro un paio di giorni per giovedì o venerdì. Puntiamo sul precedente di Sulley Muntari? E' un precedente di riferimento, anche se la genesi fu diversa, perché in quel caso Muntari fu espulso dopo aver lasciato il campo. Il background e la causa scatenante, però, sono identici cori discriminatori in relazione al colore della pelle e la provenienza etnica".

Grassani ha poi aggiunto: "Ci batteremo su un dato di logica, prima che di diritto o giuridico. Le leggi vanno anche interpellate ed applicate, non solo prese e buttate lì letteralmente, come fatto da Mazzoleni quando ha espulso Koulibaly quando tutto lo stadio lo stava insultando. Aurelio De Laurentiis, anche se a distanza, non sta mollando di un centimetro su questa questione. Se confermeranno la squalifica a Koulibaly, allora si sarà persa l'occasione di fare un passo avanti. Koulibaly non è il carnefice, è la vittima. Il presidente sarà con noi in aula? Questo non so dirlo".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie