Sconcerti: "De Laurentiis può punirmi, non farmi prigioniero: ho il diritto di dormire a casa!"


Redazione
Interviste
8 NOV 2019 ORE 16:05

Mario Sconcerti, editorialista del Corriere della Sera e volto di Canale 21, ha risposto ad alcune domande su De Laurentiis ai microfoni di Radio Marte.

Mario Sconcerti ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea - e non solo - in onda sulle frequenze di Radio Marte. Queste le sue considerazioni sul club azzurro: "Quanto successo in questi giorni in casa Napoli è il frutto di qualcosa che già c'era. A mio avviso, esisteva già una situazione in profonda ebollizione e, alla fine, tale situazione è sfuggita di mano un po' a tutti".

Sconcerti ha poi aggiunto: "Detto questo, ricorderei che sono stati i giocatori a pensare di fare causa per primi, perché in ritiro non ci volevano andare forzatamente. E il motivo è semplice: tu Aurelio De Laurentiis, mio datore, puoi punirmi a lavoro, non farmi prigioniero. Io la sera a casa ho diritto di tornare. Se non la pensiamo così, giudichiamo il calcio fuori dalla vita", ha affermato il noto giornalista, nonché editorialista del Corriere della Sera.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Ronaldo cerca una via di fuga dalla Juve. Mourinho dà spettacoloPRIMA PAGINA TUTTOSPORT - La Juve russa: bloccato Miranchuk! Grosso caso Balotelli
Corrado: "Sarri mi faceva divertire, Ancelotti no!". Le risposte di Fedele e Malfitano al giornalistaPalmeri: "Ancelotti da 4.5: il suo Napoli è inaccettabile! Maran da 9, ma il migliore è un altro"
Bucchioni: "Napoli, Inzaghi per il dopo Ancelotti. Ronaldo va via, arrivano MBappè e Pogba"Piccinini: "Immobile eccezionale, Belotti è rinato. Sul Napoli lasciatemi dire che..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.