Rigore alla Juventus e polemiche, Malagutti: "Ho saputo la reazione dell'AIA sul penalty"


Redazione
Interviste
14 FEB 2020 ORE 16:27

Simone Malagutti, giornalista Mediaset, ai microfoni di Radio Sportiva, ha parlato del rigore concesso alla Juventus contro il Milan.

Simone Malagutti, esperto di questioni arbitrali di Sport Mediaset, ha parlato del rigore concesso al Milan contro la Juventus: "Pioli è bravo perché cita una lezione di Rizzoli - che spesso molti suoi colleghi disertano e poi parlano a caso - ed un episodio simile, quello di Cerri, ma per l'Aia stavolta la decisione di Valeri è corretta perché l'atteggiamento di Calabria in questo caso è diverso da quello: è isolato non in mischia, e scavalcato dal pallone non è naturale nel tenere il braccio largo accompagnandolo da un'alzata di gamba quindi dando la sensazione di fare scudo che è una delle più grandi discriminanti per valutare i falli di mano".

Poi aggiunge: "Insieme al fatto che respinge un tiro. Il punto è che tutto davvero troppo complicato. E' simile a Cerri e si può non fischiare? Certo. E' diverso e si può fischiare? Certo ugualmente. Ci sono episodi così, 50 e 50. Capisco che si possa voler cambiare sui fuorigioco fischiati per un centimetro. E' vero anche che il punto da cui parte la linea elettronica è deciso umanamente e quindi può essere fallace di qualche centimetro, ma essendo accettato almeno questo perché cambiarlo".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
"Messi a Napoli", la bomba (al cioccolato?) fa vibrare i social: tifosi scatenati, commenti imperdibiliFedele: "Lazio di Inzaghi meglio del Napoli di Sarri! Immobile, sapete cosa ha detto Lotito?"
Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"Milan, piove sul bagnato: Pioli perde due calciatori in vista della Fiorentina. Il comunicato del club
Dalla Spagna: "Barcellona nella bufera, possibili dimissioni di Bartomeu". Intanto Messi, Piquè e...Ceccarini: "Mertens non ha accordi con altre squadre, la volontà del Napoli. Vlahovic portento"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.