Papā Lozano: "Napoli punto d'arrivo, che gioia! Vuole lo scudetto. Quattro mesi di trattativa, il numero..."


Redazione
Interviste
21 AGO 2019 ORE 23:57

Il padre di Hirving Lozano č al settimo cielo ed ha parlato con entusiasmo del suo approdo in maglia azzurra.

Jesus Lozano, padre di Hirving Lozano, neo acquisto del Napoli, ha parlato del suo approdo in maglia azzurra al portale gonfialarete.com: "Sono più che felice, sono al settimo cielo. E’ la cosa più bella che possa succedere a un padre quella di vedere il proprio figlio arrivare in cima realizzando passo dopo passo i propri sogni. Napoli non è soltanto uno step intermedio per lui, ma un punto d’arrivo e sono convinto che sarà una tappa fondamentale per la sua carriera. Trattativa lunghissima? Si, è stata un’operazione molto lunga, iniziata 4 mesi fa. Ci sono voluti 4 mesi per chiuderla ma posso dire che in questi mesi giocare nel Napoli è sempre stato il suo obiettivo. Ci sono stati interessamenti da parte di altri club, ma nessuno di questi è mai avanzato concretamente per acquistarlo. L’ha fatto solo il Napoli”.

Lozano senior ha poi aggiunto: "Accoglienza super per lui in Italia? So che Napoli è una realtà molto simile all’America latina, con una passione molto più accesa rispetto a quella che c’è in Olanda. Ho visto le immagini del suo arrivo e mi è piaciuta molto l’accoglienza che ha ricevuto, le pressioni non lo spaventano. Se ho sentito Hirving in queste ore? Si, l’ho sentito ieri e ovviamente è molto felice. Immaginate: mio figlio giocherà nella squadra che fu di Diego Armando Maradona. Mi ha confidato che quest’idea lo entusiasma particolarmente. Sono qui in Messico con suo fratello Brian, anche lui è un calciatore professionista nella Serie A messicana, ma appena sarà possibile verremo a Napoli a fargli visita. So che ha già scelto dove andrà a vivere. Scudetto? Sappiamo che l’obiettivo è vincere il campionato. Hirving è arrivato ben conscio del fatto che sia quella la sua meta da calciatore del Napoli. Non sarà facile contro questa Juventus, ma sono sicuro che l’arrivo di mio figlio potrà costituire l’aggiunta di un pezzo importante nella costruzione di questo grande sogno. Gli piace il numero 11? In realtà non è una cosa così importante per lui. Gli piace il numero 11, al PSV gliel’hanno concesso, ma in realtà tra Pachuca e nazionale ha giocato anche con l’8 e il 22, che sono altri numeri di suo gradimento. Vedremo alla fine quale numero gli toccherà, ma l’11 non è una particolare priorità per lui".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
La Juventus fatica contro il Verona, arriva il commento di Pistocchi: "Che mediocre La Penna"Sentite Caressa: "Adrian si č staccato il braccio contro il Napoli, non ci credo! Mamma mia..."Fedele: "Il Napoli č come un cavallo, Ancelotti ha un merito esclusivo: fa andare il trottista al galoppo"
Sarri: "Il turnover fa perdere certezze. Il Napoli era simmetrico, la Juventus č diversa"Ghoulam cuore d'oro, realizza il grande sogno di Daniele: "Dammi il numero, organizzo tutto io"Ronaldo nervoso: "Ci manca un rigore! Il gesto di Madrid? Non voglio parlarne, la gente č polemica"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicitā in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.