Lionel Messi rivela: "Ho deciso dove chiudere la carriera! Ronaldo non è un mio amico"


Redazione
Interviste
12 SET 2019 ORE 14:16

L'attaccante del Barcellona, Lionel Messi, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di una intervista al quotidiano catalano Sport.

Lionel Messi risponde alle voci di mercato su un suo possibile addio al Barcellona a fine stagione. Il campione argentino ha dichiarato in un'intervista al quotidiano catalano Sport. Ecco quanto riportato da calciomercato.com: "Il presidente Bartomeu dice che il contratto mi permetterebbe di liberarmi gratis a fine stagione? In realtà non posso dire nulla perché nel contratto c'è anche una clausola di riservatezza. Ma posso dire che voglio restare a Barcellona il più a lungo possibile, chiudere qui la carriera perché questa è casa mia. Voglio rimanere qui perché sto bene e sono ancora importante per vincere, non solo perché ho un contratto lungo. Voglio continuare a vincere in questo club e per farlo serve un progetto vincente, la clausola e i soldi non importano nulla per me. Mio padre si occupa del contratto, ma non ne stiamo ancora parlando con il Barça altrimenti me lo avrebbe detto". 

SU NEYMAR - "Mi sarebbe piaciuto un ritorno di Neymar, per me è uno dei migliori calciatori al mondo e avrebbe aumentato le nostre possibilità di vittoria. Non so se il club abbia fatto tutto il possibile per riprenderlo, non sono deluso. Ho parlato con Neymar e lui voleva tornare davvero, ma capisco che sia molto difficile trattare con il PSG. Il nostro spogliatoio non si è mai opposto all'arrivo di nuovi rinforzi. Non comando io, penso solo a giocare". 

SU CR7 - "Non so se la nostra rosa sia migliore rispetto a quella dell'anno scorso. Le nostre rivali si sono mosse bene sul mercato facendo grandi acqusti: penso a Juventus, Manchester City, Real e Atletico Madrid. Accetterei un invito a cena da Cristiano Ronaldo? Come ho sempre detto, non ho mai avuto alcun problema con lui. Non siamo amici perché non abbiamo mai condiviso lo stesso spogliatoio, ci siamo visti solo quando abbiamo giocato contro o nelle cerimonie dei premi. Non so se succederà perché viviamo in Paesi diversi e abbiamo molti impegni, ma se si presentasse l'occasione di cenare insieme per me non sarebbe un problema". 

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Fedele: "Ancelotti si è messo da solo senza le sirene laterali, non è come Sarri e Conte"Costacurta: "Mai detto che il rigore al Napoli è un regalino, è stato Condò: io lo stavo smentendo!"EUROPA LEAGUE - Zaniolo show, la Roma fa festa all'Olimpico. Che poker al Basaksehir!
Ag. Mario Rui: "Può essere il più forte in Serie A! Vuole riscatto, ha risentito dell'addio di Sarri. Ancelotti..."Fiorentina, Milenkovic: "Contro Napoli e Juventus meritavamo di più! Azzurri fortissimi"RETROSCENA - "Van Dijk scuro in volto dopo Napoli-Liverpool, si vedeva la sua impotenza. Robertson..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.