Karnezis: "Mai visto un gruppo così! Vogliamo lo scudetto. Napoli è casa. Su James e Manolas..."


Redazione
Interviste
11 LUG 2019 ORE 12:23

Il portiere greco del Napoli ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni dell'emittente ufficiale del club partenopeo.

Orestis Karnezis, portiere greco del Napoli, nel giorno del suo compleanno, ha rilasciato un'intervista a Radio Kiss Kiss Napoli, emittente ufficiale del club azzurro: "Calore di Napoli? L'amore dei tifosi è fondamentale, ti spinge a fare meglio nei momenti di difficoltà. E' bellissimo per un calciatore sentirsi amato, è molto importante. La testa è fondamentale per un portiere? Bisogna restare sempre tranquilli, restare sereni è la cosa migliore da fare per riuscire a fare bene. Stasera canterò al Rosatti? Vediamo, dai, mi sto preparando".

Nuova regola, giocar palla in area coi difensori: "Può essere un vantaggio per il Napoli, cercheremo di giocare il più possibile il pallone da dietro. Ci provermo, anche se non si può fare sempre".

San Paolo? "Lo stadio pieno è un'altra cosa, i tifosi azzurri sono molto caldi, anche per gli avversari è sempre difficile giocare in casa nostra".

Il modulo di Ancelotti: "Con l'Inter giocammo una grande partita. Abbiamo giocatori fortissimi. La società sa cosa fare per aiutare la squadra in tutti i sensi".

Ne parliamo di James? "A noi non tocca il mercato, a quello pensa la società. I giocatori fortissimi sono sempre ben accetti".

Sogno? "Vincere qualcosa con il Napoli, portare a casa un trofeo qui è il top. Champions o scudetto? Dico lo scudetto. So come si vive il calcio in questa città, è il sogno di tutti".

Napoli città? "Amo la passione dei napoletani, mi sento a casa, anche in Grecia è così, con tanti bambini allo stadio e famiglie. Voglio restare qui".

Manolas-Koulibaly? "Sono fortissimi nel ruolo, ma il portiere non deve restare mai tranquillo. Ne abbiamo anche altri di difensori validi, questo va detto".

Compagno con cui ho legato di più? "Non ce n'è uno soltanto, abbiamo un gruppo fantastico. Mai visto uno spogliatoio come questo dentro e fuori dal campo. Non c'è un cattivo, ci diamo tutti una mano, sono onorato di farne parte".

Potrebbe interessarti
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.