Juventus e il rigore contro il Milan, dj Ringo: "Mi ha fatto girare le balle! E quanti gialli ai rossoneri"


Redazione
Interviste
14 FEB 2020 ORE 15:20

Il dj Ringo, noto tifoso rossonero, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva del rigore concesso dall'arbitro contro la Juventus.

Ringo, noto dj e tifoso rossonero, ai microfoni di 'Bar Sport' su Radio Sportiva, ha parlato del rigore concesso ieri alla Juventus contro i rossoneri in Coppa Italia: "Il Milan la sua partita l'ha fatta e meritava di più. Juve inesistente, anche se poi gli episodi ci sono e in questo momento girano male. Dopo il derby potevamo avere un calo di tensione, invece ieri il Milan si è presentato in grande forma e ha fatto una bellissima partita. Hanno lavorato tutti bene, compresa la dirigenza. A Torino ci vorrà un'impresa, mi ha solo fatto girar le balle il rigore. Inoltre se ogni cosa che fa il Milan dai un giallo, mi aspetto lo stesso trattamento per la Juve".

Su Ibrahimovic aggiunge: "Avevo qualche dubbio sull'età, invece in campo è fantastico. E' un riferimento anche a livello di squadra e si è visto, sono molto contento e non me l'aspettavo. Rebic? Non era scarso prima, forse aveva qualche problema di ambientamento. Son ragazzi stranieri e per qualcuno non è facile inserirsi, hanno bisogno di tempo. Pioli? Più in basso di Giampaolo non si poteva, ma il suo lavoro lo sta facendo. E' un normalizzatore ma ha dato anche un gioco".

 

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"Milan, piove sul bagnato: Pioli perde due calciatori in vista della Fiorentina. Il comunicato del club
Dalla Spagna: "Barcellona nella bufera, possibili dimissioni di Bartomeu". Intanto Messi, Piquè e...Ceccarini: "Mertens non ha accordi con altre squadre, la volontà del Napoli. Vlahovic portento"
VIDEO - "Autogol" scatenati, Allegri e Sarri come Morgan e Bugo a Sanremo. Intanto all'Inter...Nicolodi: "Emre Can scomodo. Draxler? L'ho visto per la prima volta e sono impazzito, era clamoroso"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.