Furia Gasperini: "Vergogna, a questo punto togliamo il VAR!". L'Atalanta non è una big, se ne parla poco!


Redazione
Interviste
16 MAG 2019 ORE 17:09

"E' un brutto episodio per il nostro calcio e non si può non vedere. Non ci sono dubbi di interpretazione", la rabbia del tecnico dell'Atalanta.

Gianpiero Gasperini al termine della finale di Coppa Italia persa con la Lazio, si è presentato furioso davanti ai microfoni. L'allenatore dell'Atalanta si è lamentato per il tocco di mano di Bastos non visto dall'arbitro nel primo tempo. Queste le sue parole: "Episodio di una gravità inaudita, è un rigore molto chiaro e c'era anche il secondo giallo: ha determinato la vittoria della Coppa Italia. Fare questo all'Atalanta è vergognoso, toglie credibilità al VAR".

Poi Gasperini ha aggiunto: "E' un brutto episodio per il nostro calcio e non si può non vedere. Non ci sono dubbi di interpretazione, a questo punto togliamo il VAR. C'è un rigore, un'espulsione e una squadra che deve giocare in dieci più di un'ora di una finale di Coppa". Gasperini ha ragione? Si, probabilmente, anzi sicuramente si. Tuttavia bisognerebbe lamentarsi sempre e non solo quando fa comodo farlo a seconda dell'importanza della partita. L'Atalanta danneggiata evidentemente non fa notizia e se ne parla poco. Quando di mezzo ci sono i top club, i problemi si affrontano, altrimenti passa tutto sotto silenzio. Il punto è proprio questo. Un po' come quando un gol meraviglioso lo fa un tizio qualunque o lo fa Cristiano Ronaldo o Ibrahimovic. 

Potrebbe interessarti
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Napoli-Ilicic, c'è l'accordo. De Laurentiis ripensa a Quagliarella!PRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Toro-Milan si gioca all'Uefa. L'effetto Conte ha spento l'InterScotto fa tremare i napoletani: "Due nomi per la Juve: Inzaghi non è la prima scelta"
SPORTITALIA - Contatti con l'Empoli, Napoli in pole per Di Lorenzo: Giuntoli vuole chiudere!7 GOLD - Offerta importante per Mertens. Napoli su Acuna. Fissato i prezzo di InsigneGiordano: "Milik deve dare maggiori risposte, dovrà difendersi dai fantasmi del San Paolo. Mario Rui..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.