Forgione: "Allucinante quello che ha fatto una tifosa juventina di Tufino, prova a demolire..."


Redazione
Interviste
10 NOV 2018 ORE 19:39

Il giornalista e scrittore napoletano, attraverso i suoi canali social, mette in evidenza la telefonata di una juventina campana in una nota trasmissione.

Angelo Forgione, giornalista e scrittore, attraverso i suoi canali social evidenzia: "Alla trasmissione LineaCalcio di Canale 8, allucinante telefonata di Giovanna, una tifosa juventina di Tufino (NA), che prova a demolire la storia del Napoli e ad "assolvere" quella della sua Juventus. Tra varie congetture («avete venduto uno scudetto alla camorra!»... «neanche con Maradona avete aperto un ciclo», etc...), la telespettatrice bianconera tira fuori l'illecito sportivo, o presunto tale, commesso dal Napoli nel 1948, un "caso" che non conosce nei particolari e nei presupposti perché, per sua stessa ammissione, parla di calcio... a 90°.

Ma io sì, perché ho scandagliato la storia del calcio italiano e ho letto i quotidiani dell'epoca per scriverne sul mio Dov'è la Vittoria, da cui ho tratto un sunto per Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Caso_Napoli

Ma sempre leggendo i quotidiani dell'epoca si può scoprire pure che la Juventus retrocesse sul campo nel 1913, e che per questo rischiò di sparire per gravi condizioni economiche (non c'erano gli Agnelli), ma fu salvata attraverso un ripescaggio nel girone della Lombardia".

Potrebbe interessarti
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Inter, batosta a Napoli: 4° posto è a rischio. Festa per due allo StadiumPRIMA PAGINA CORRIERE - De Laurentiis: "De Rossi lo prendo io". Il presidente azzurro fa sul serioAllegri: "Sarri il mio erede alla Juventus? Siamo professionisti, a Napoli ha fatto un gran lavoro"
Di Marzio rivela: "Pazza idea per la panchina della Roma! Per la Juventus ci sono Sarri o Inzaghi"Marchegiani: "La vittoria del Napoli punto esclamativo su una stagione ottima. Ma c'è un rimpianto"VIDEO - Wanda Nara choc contro Adani in telecronaca: "Inutile è quella pu***na di tua sorella!"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.