Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

Forgione: "Allucinante quello che ha fatto una tifosa juventina di Tufino, prova a demolire..."

Scritto da Redazione in Interviste10 NOV 2018 ORE 19:39

Il giornalista e scrittore napoletano, attraverso i suoi canali social, mette in evidenza la telefonata di una juventina campana in una nota trasmissione.

Angelo Forgione, giornalista e scrittore, attraverso i suoi canali social evidenzia: "Alla trasmissione LineaCalcio di Canale 8, allucinante telefonata di Giovanna, una tifosa juventina di Tufino (NA), che prova a demolire la storia del Napoli e ad "assolvere" quella della sua Juventus. Tra varie congetture («avete venduto uno scudetto alla camorra!»... «neanche con Maradona avete aperto un ciclo», etc...), la telespettatrice bianconera tira fuori l'illecito sportivo, o presunto tale, commesso dal Napoli nel 1948, un "caso" che non conosce nei particolari e nei presupposti perché, per sua stessa ammissione, parla di calcio... a 90°.

Ma io sì, perché ho scandagliato la storia del calcio italiano e ho letto i quotidiani dell'epoca per scriverne sul mio Dov'è la Vittoria, da cui ho tratto un sunto per Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Caso_Napoli

Ma sempre leggendo i quotidiani dell'epoca si può scoprire pure che la Juventus retrocesse sul campo nel 1913, e che per questo rischiò di sparire per gravi condizioni economiche (non c'erano gli Agnelli), ma fu salvata attraverso un ripescaggio nel girone della Lombardia".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie