Fiorentina, Commisso: "Visto cosa è successo al Milan? Non parlo solo io di ingiustizie"


Redazione
Interviste
14 FEB 2020 ORE 16:08

Rocco Commisso, proprietario del club gigliato, ha parlato delle polemiche arbitrali dopo l'ennesimo rigore regalato alla Juventus contro il Milan.

Rocco Commisso, patron della Fiorentina, ha parlato delle polemiche arbitrali scaturite dai fatti di Juventus-Milan e il rigore concesso ai bianconeri. Ecco quanto evidenziato dal numero uno del club gigliato: "Io voglio essere molto rispettoso di tutto il calcio italiano, vorrei solo aiutarlo a migliorare. Non sono l’unico che ha parlato di ingiustizie, ho visto quello che è successo ieri al Milan o a tante altre squadre che si sono lamentate. Per questo fare passi avanti con l’utilizzo del Var sarà una buonissima cosa per il calcio". 

Come evidenzia Gazzetta.it, Rocco Commisso è soddisfatto della possibile evoluzione dell’uso del Var. Anzi, è stato forse il primo a chiederne un utilizzo diverso (con possibilità di richiesta di challenge). Era il 31 ottobre scorso quando all’evento Sportweek Talk disse. "È arrivato il momento che gli allenatori abbiano la possibilità di chiedere l’intervento del Var come avviene in America. L’introduzione del Var è stato un passo avanti, ora ne va fatto un altro".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Fedele: "Lazio di Inzaghi meglio del Napoli di Sarri! Immobile, sapete cosa ha detto Lotito?"Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"
Milan, piove sul bagnato: Pioli perde due calciatori in vista della Fiorentina. Il comunicato del clubDalla Spagna: "Barcellona nella bufera, possibili dimissioni di Bartomeu". Intanto Messi, Piquè e...
Ceccarini: "Mertens non ha accordi con altre squadre, la volontà del Napoli. Vlahovic portento"VIDEO - "Autogol" scatenati, Allegri e Sarri come Morgan e Bugo a Sanremo. Intanto all'Inter...
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.