Di Canio: "Llorente meglio di Icardi! Ma sul serio Ancelotti voleva uno incapace di chiedere scusa?"


Redazione
Interviste
11 SET 2019 ORE 11:23

Paolo Di Canio, ex calciatore di Napoli e Lazio, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di una intervista al quotidiano partenopeo Il Mattino.

L'ex calciatore di Napoli e Lazio, ora commentatore televisivo, Paolo Di Canio, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di una intervista al quotidiano Il Mattino. Ecco le sue parole: "Oggi il Liverpool campione d'Europa è una squadra completa, talentuosa, organizzata, affiatata e affamata. E il Napoli deve trovare velocemente quell'equilibrio che nelle prime due gare di campionato non ha mostrato. Mi piace soprattutto lui, Jurgen Klopp che per me è come Leonida nella battaglia alle Termopili: lui è uno che come il re di Sparta se chiede ai suoi di sacrificare la propria vita quello lo fa. Senza chiedere nulla. Ha creato un'idea di feudo dove i giocatori sono dei guerrieri al servizio del progetto. Prendete Salah: era un moscione, tornava ma non azzannava. Ora va alla partita come va alla battaglia...".

Paolo Di Canio ha poi aggiunto: "Se Ancelotti concede a Klopp le stesse occasioni che ha offerto a Fiorentina e Juventus non avrà scampo. E soprattutto se schiera quella mediana a due che in questo momento non dà certezze al cospetto di Fabinho o Milner. Serve trovare compattezza, serve che Manolas si integri con maggiore velocità nel reparto difensivo e che giochi di collettivo e non solo individualmente. Servono le sue letture da difensore e una maggiore collaborazione: ci vogliono da parte sua recuperi ragionati, non istintivi. Koulibaly? È il migliore in assoluto nel suo ruolo. Punto. Però vedere il guerriero andare in apprensione, arrivare sbilenco all'ultimo minuto mi ha colpito. Piano. Lì sono attenti: Maguire è inglese e quindi per spirito patriottico c'è sempre un sovrapprezzo. Non sono così sicuro che Koulibaly in Inghilterra farebbe la differenza come da noi. Llorente? Che non è stato spettatore al Tottenham e che ha mostrato carattere quando, dopo i primi 5 mesi in cui per Pochettino quasi non esisteva, ha sfruttato l'infortunio di Harry Kane con umiltà e determinazione. E ha marcato la differenza in tante gare, come nella semifinale di Champions con il Manchester City. È una scelta vintage, quella di Ancelotti, ma molto funzionale al suo calcio fatto di palle tagliate, di una punta centrale mobile capace anche di tenere palla e di farti passare all'albero di Natale che Carlo conosce bene. Llorente là davanti con Mertens e Insigne alle sue spalle, a venti minuti dalla fine, può cambiare tutto. Meglio lui di qualcuno altro. Mi riferisco a Icardi? Ma sul serio Carlo voleva uno come lui, incapace di chiedere scusa ai suoi compagni per le parole della moglie-manager? E poi, anche sotto il profilo tecnico: Ancelotti ha bisogno di un centravanti fantasioso come Mertens, Maurito fa gol solo quando il pallone gli arriva con un traversone dal fondo del campo. E basta. Per il resto non sa fare nulla di quello che si chiede a un attaccante moderno. E se non segna non dà mai una mano... Ancelotti gioca con una punta che apre spazi agli inserimenti degli altri. Nel Napoli credo che solo Ghoulam guadagni il fondo, per il resto arrivano cross di diverso tipo. Non mi stupisce che sia andato nel Psg, che è l'approdo naturale per i campioni senza disciplina. La Juventus può perdere il ritmo? Napoli e Inter possono approfittarne. Il Napoli è squadra che più della Juventus in un giorno di grazia può anche vincere 6-0. Ma in questo scorcio, ha dimostrato di poter prendere 3 gol a gara e in Italia non vai da nessuna parta. Anche perché poi arrivano quelle 4-5 partite che se non vinci ti fanno andare in depressione. Carlo deve cercare un equilibrio il prima possibile".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Costacurta: "Mai detto che il rigore al Napoli è un regalino, è stato Condò: io lo stavo smentendo!"EUROPA LEAGUE - Zaniolo show, la Roma fa festa all'Olimpico. Che poker al Basaksehir!Ag. Mario Rui: "Può essere il più forte in Serie A! Vuole riscatto, ha risentito dell'addio di Sarri. Ancelotti..."
Fiorentina, Milenkovic: "Contro Napoli e Juventus meritavamo di più! Azzurri fortissimi"RETROSCENA - "Van Dijk scuro in volto dopo Napoli-Liverpool, si vedeva la sua impotenza. Robertson..."Fontanella: "De Laurentiis lascerà il Napoli senza vincere! Gli va bene solo perchè è fortunato"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.