Chiariello: "5 provocatorio ad Ancelotti, ma ha un grande merito. Esposito talento fulgido, Ounas..."


Redazione
Interviste
17 MAG 2019 ORE 15:01

Il giornalista di Canale 21 e Radio CRC Umberto Chiariello ha espresso alcune considerazioni sul club partenopeo.

Umberto Chiariello ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Un Calcio alla Radio, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Radio CRC. Queste le sue considerazioni: "Ho dato un provocatorio 5 a Carlo Ancelotti nell'ultima partita, perché reo d'aver concesso solo 5 minuti a Gianluca Gaetano, senza dargli possibilità di toccare palla. E' una mentalità tutta italiana. Oggi leggiamo che l'Under-17 è tornata in Finale battendo i coetanei della Spagna, e sta per prendersi una grande rivincita. Abbiamo giovani multietnici, con ragazzi di colore, italiani a tutti gli effetti, che sono fortissimi. A dimostrazione che non è vero che non produciamo talenti".

Chiariello ha poi aggiunto: "Il più fulgido si chiama Esposito, ma non gioca nel Napoli: è dell'Inter. Come altri campani, come ad esempio Merola. Quando mi batto per il centro sportivo giovanile; o per dare al bravissimo Grava strumenti degni di una società moderna ed europea vera; o quando mi batto contro la mentalità vetusta e arcaica di far giocare solo 4 minuti i giovani; o quando dico che non capisco come si possa prendere Ounas a 10 milioni, se hai in casa Insigne jr, Bifulco e Tutino; mi chiamano anti-ancelottiano. Ma il mister ha avuto un grande merito: valorizzare Meret. Allo stesso modo, punterei forte su Gianluca Gaetano".

Potrebbe interessarti
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.