Ancelotti: "Vi spiego il mio sfogo sugli spogliatoi. La verità sul modulo. Insigne ha recuperato. Llorente..."


Redazione
Interviste
13 SET 2019 ORE 12:13

Conferenza stampa di Carlo Ancelotti alla vigilia della gara di campionato contro la Sampdoria.

Giornata di vigilia di campionato per il Napoli, gli azzurri domani affronteranno la Sampdoria allo stadio San Paolo. Carlo Ancelotti ha parlato in conferenza stampa: "Il caso spogliatoi? I lavori stanno procedendo celermente, speriamo che domani sia tutto a posto. La mia è stata una esternazione fatta con il cuore, perchè c'è un po' di preoccupazione, gli spogliatoi ci dovevano essere consegnati il 31 agosto, poichè poi gli arredi toccano al Napoli. La città di Napoli merita uno stadio che funziona perfettamente, comunque è tutto a posto, domani avremo uno spogliatoio nuovo, ma era meglio non arrivare all'ultimo secondo. Turnover? La condizione della squadra è buona, chi è arrivato dalle Nazionali sta bene, Insigne e Milik hanno recuperato, i problemi che avevano sono completamenti dimenticati, ora sta a me capire che li riterrò disponibili per domani. Lozano è arrivato ieri sera. Ora inizia un ciclo di partite molto importanti, al momento pensiamo alla Sampdoria, al Liverpool non ci abbiamo proprio pensato. Ci attendono 5 partite importanti, di cui 4 al San Paolo. Vi posso comunicare che in questo ciclo di partite ci saranno delle rotazioni, è indispensabile per me utilizzare tutti i giocatori della rosa. I rischi? Tutte le partite comportano rischi, in attacco abbiamo fatto molto bene, ma dobbiamo migliorare la fase difensiva, non è stato fatto il giusto sacrificio di squadra per difendere meglio. Llorente? Si è presentato in buone condizioni, è un grande professionista. Se giocherà dipenderà da quello che gli chiederò. Llorente è un giocatore a disposizione della squadra perchè è un giocatore che ha caratteristiche diverse dai nostri altri attaccanti, non vi meravigliate se domani possa giocare titolare. L'intervista di Koulibaly? Le sue parole sulla voglia di vincere sono un aspetto positivo, poi sta a tutti noi creare il giusto ambiente per vincere. Milik convocato con la Samp? Non lo so, ieri ha lavorato con la squadra, il problema al retto addominale è completamente sparito, la sua condizione fisica è buona, parlerò con lui per valutare se convocarlo. Koulibaly? La sua condizione fisica è migliorata, sta bene. L'Inter? Ha fatto una campagna acquisti dove è riuscita a portare molto entusiasma, Conte è molto bravo, sono partiti bene, considero l'Inter molto forte, è una pretendente a vincere, la Juve resta la favorita. Il Napoli è tagliato fuori per lo Scudetto? No, noi vogliamo lottare per vincere e non per arrivare secondi. San Paolo e campagna abbonamenti? Non saprei, non sono stato molto attento alle statistiche: di norma il Napoli non ha mai fatto tantissimi abbonamenti, ma domani ci sarà gente e dipenderà da ciò che la squadra farà. Se faremo un calcio che appassiona ed entusiasma e diverte, allora la gente allo stadio verrà. Il San Paolo è migliorato nettamente con i lavori fatti, è diventato più confortevole tranne gli spogliatoi che saranno pronti domani (ride, ndr). Sono stato a vederlo lo stadio, ho mandato un mio collaboratore qualche giorno fa. Il razzismo su Lukaku? Si tratta di ignoranza più che razzismo, speriamo che tutto questo finisca velocemente".

Ancelotti ha proseguito: "Si parla sempre di 4-2-3-1 poco adatto al Napoli? Il sistema di gioco lo puoi vedere solo quando non hai la palla. Il Napoli non ha mai giocato 4-2-3-1, abbiamo fatto due gare l'anno scorso 4-3-3 e tutte le altre 4-4-2. Dieci minuti a Firenze poi 4-3-3 o 4-5-1 nel finale, ma non ci giocheremo se non per difendere in alcuni frangenti. Fase d'attacco mai con due attaccanti, Milik era la punta centrale e Mertens quello dietro insieme ad altri tre. La linea da quattro è composta da Mario Rui quindi il terzino, l'esterno che viene dentro e quindi Insigne, Younes o altri, Mertens e Callejon. Mai abbiamo attaccato con quattro difensori, quando abbiamo la palla i centrali sono due o tre. Il sistema di gioco si legge solo in fase difensiva ed è sempre 4-4-2. Vi è chiaro? Soddisfatto dal lavoro di Fabian Ruiz? Nelle prime due gare concordo che non avevamo molto equilibrio, ma il problema non è stato Fabian Ruiz. Il problema è nato dal poco legame tra difesa e centrocampo, bisognava accorciare meglio. Sampdoria? Squadra molto motivata, anche se l'inizio non è stato brillante, ho visto la gara contro il Sassuolo e vi posso dire che la Samp per 25 minuti ha comandato il campo, si tratta di una squadra che gioca a calcio e che rispettiamo molto. Gara insidiosa. Le parole dell'assessore Borriello? Concordo che prendere 7 goal in due partite non è positivo, ma nemmeno completare i lavori per lo spogliatoio all'ultimo giorno è una cosa positiva. Allan? Il miglior allenamento è la partita, più gioca e meglio è, ma devo rispettare anche il lavoro degli altri, anche lui entrerà nella rotazione nelle prossime partite. Giocare come le squadre inglesi? Il mio obiettivo è far praticare alla mia squadra un bel calcio, ma non mi piace prendere 7 reti in due partite. Il Napoli è una squadra con ottime qualità. Rinnovare il contratto di Callejon e Mertens? Confermo che c'è la volontà di continuare, con calma verrà trovata una soluzione. C'è la volontà mia e della società di trattenerli".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Mertens ha oscurato Insigne contro il Liverpool, adesso Lorenzinho ha un obiettivoReal Madrid, che polveriera: Zidane può dire addio, intanto anche Mourinho si chiama fuoriVignola: "Sarri ha un timore nella Juventus. Ricordate cosa si diceva a Napoli?"
San Paolo, ecco quanto dovrà pagare il Napoli nei prossimi cinque anni al ComuneLitigio nello spogliatoio dell'Inter, Biscardi: "Come fanno a spifferare tutto alla stampa?"Napoli, quante novità a Lecce: possibili tre esordi stagionali, in attacco che rebus
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.