MONDIALI - Cavani, la "strana" decisione di Tabarez! L'Uruguay spiazza tutti con una nota

Redazione » Coppe2 LUG 2018 ORE 16:27

La Federazione uruguaiana prende tempo e nel frattempo al quartier generale della Celeste a Nizhny Novgorod la squadra ha iniziato nuovamente a lavorare

L'Uruguay mantiene il massimo riserbo sulle condizioni di Cavani. "Edinson rimane a riposo e, per ora, non ha fatto alcun esame per stabilire la gravità del suo infortunio al polpaccio rimediato negli ottavi di finale dei Mondiali contro il Portogallo", ha spiegato la federeazione uruguaiana in vista del big match dei quarti contro la Francia. Una mossa probabilmente studiata a tavollino dal "maestro" Tabarez per non dare informazioni sulla formazione e "vantaggi" a Deschamps nella preparazione della partita. 

Una sorta di pretattica - spiega SportMediaset - che non lascia trapelare dettagli sull'infortunio del Matador. Già, perché l'assenza dell'attaccante del Psg potrebbe cambiare molto la Celeste a livello tattico e dare indicazioni precise alla Francia ai quarti. Dunque, meglio il silenzio su Cavani. O quasi. La Federazione uruguaiana prende tempo e nel frattempo al quartier generale della Celeste a Nizhny Novgorod la squadra ha iniziato nuovamente a lavorare in vista del prossimo impegno. Solo i giocatori che non erano titolari sabato si sono presentati sul campo, mentre gli altri sono rimasti all'interno della struttura nei primi quindici minuti di allenamento che erano aperti alla stampa.

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie
L'arbitro Fabbri fa arrabbiare Napoli e Torino: arriva la sentenza del Corriere dello SportAlvino gli fa una domanda, Ancelotti spiazza tutti: "Vi do una notizia di mercato!"CORRIERE - Napoli-Zurigo, tocca a Luperto e Ghoulam: ecco tutte le novità proposte da Ancelotti
GAZZETTA - Ora è finita: se ne sarà convinto anche Koulibaly. Ora tutto sull'Europa LeagueFerrara: "Macchè sfortuna, il Napoli ha un altro problema. Catenaccio del Toro fatto male"MEDIASET - L'accusa ad Insigne: "Non posso accettare che venga da me e mi dica..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.