David riattacca l'Ospina e si toglie gli schiaffi dal viso. Gattuso "aggredisce" Hysaj, la sua reazione


Gaetano Brunetti
Coppe
14 GEN 2020 ORE 15:54

David Ospina ha parato il rigore al Perugia che poteva rientrare in partita, bellissimo il gesto dei suoi compagni di squadra.

David il colombiano, a fine primo tempo contro il Perugia si è tolto gli schiaffi "romani" dal viso ed ha riattaccato l'Ospina, parando il rigore al Perugia, che poteva rientrare in gara. Il portierone azzurro, dopo la bruttissima papera di sabato in casa della Lazio, che ha permesso ad Immobile di regalare tre punti alla squadra biancoceleste, si è subito ripreso quello che il fato gli aveva tolto. Dopo il rigore parato al Perugia, il portiere è apparso impassibile di fronte alla reazione dei compagni che l'hanno abbracciato e rincuorato.

Tutto il gruppo azzurro è molto affiatato, si è visto dalla reazione al momento del rigore parato dal loro compagno di squadra dopo la debacle capitolina di sabato sera allo stadio Olimpico. Ma a fare parlare di sé è stato Gennaro Gattuso, che a fine primo tempo, preso dalla foga agonistica della gara, è andato subito verso Hysaj per redarguirlo di non continuare a protestare con l'arbitro. I due avranno sicuramente chiarito negli spogliatoi, la reazione dell'albanese è stata da grande professionista, ha chinato il capo correndo verso gli spogliatoi dove sicuramente staranno discutendo sulla situazione.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
CM.COM - Llorente meglio di Giroud! Ha fatto più goal del francese, sapete chi l'ha voluto a Napoli?MEDIASET - Il Milan offre Piatek, Gattuso dice no! Distanza economica tra Politano e il Napoli
Sampdoria, non solo Tonelli: se parte Caprari, può arrivare un altro calciatore del NapoliFOTO - De Laurentiis, serie TV con Carlo Verdone: "Inizia una nuova avventura su Amazon Prime"
Fedele: "Koulibaly ha fatto scattare il semaforo giallo. Napoli fortunato con la Lazio. Insigne..."Gattuso, esplicita domanda ai giocatori nello spogliatoio: la reazione degli azzurri. Il retroscena
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.