James Rodriguez, dalla Spagna arriva clamoroso retroscena su Cristiano Ronaldo e la Juventus


Redazione
Calciomercato
11 SET 2019 ORE 13:53

Il giocatore colombiano del Real Madrid sarebbe stato contattato dal campione portoghese per un approdo in bianconero.

James Rodriguez è stato l'obiettivo di mercato primario del Napoli nel corso della sessione di mercato estiva. Il giocatore piaceva tantissimo a Carlo Ancelotti, che ha fatto di tutto per averlo con sé alle sue dipendenze anche al Napoli dopo l'esperienza con il giocatore vissuta sia al Bayern di Monaco che al Real Madrid in Spagna. Si è parlato tanto dell'arrivo del giocatore colombiano in azzurro, ma poi non se n'è fatto più nulla e la trattativa non è andata a buon fine deludendo i tifosi partenopei che si aspettavano il suo arrivo.

L'edizione odierna del giornale spagnolo Don Balon, quest'oggi, riporta un clamoroso retroscena di mercato che riguarda anche la Juventu. Cristiano Ronaldo avrebbe contattato telefonicamente nel corso dell'ultima sessione di mercato James Rodriguez, trequartista classe 1991 del Real Madrid e della nazionale colombiana, per convincerlo a vestire la maglia della squadra bianconera. Stando ad indiscrezioni provenienti dalla Spagna, e riportate dal giornale, però, la Juventus non si sarebbe fatta viva con offerte concrete per il colombiano, che, quindi, è rimasto al Real Madrid anche in modo inaspettato considerate le premesse.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Stangata Manchester City, Soriano attacca: "Accuse false, è politica! I tifosi siano sicuri di due cose"Milan, piove sul bagnato: Pioli perde due calciatori in vista della Fiorentina. Il comunicato del club
Dalla Spagna: "Barcellona nella bufera, possibili dimissioni di Bartomeu". Intanto Messi, Piquè e...Ceccarini: "Mertens non ha accordi con altre squadre, la volontà del Napoli. Vlahovic portento"
VIDEO - "Autogol" scatenati, Allegri e Sarri come Morgan e Bugo a Sanremo. Intanto all'Inter...Nicolodi: "Emre Can scomodo. Draxler? L'ho visto per la prima volta e sono impazzito, era clamoroso"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.