"Sono sotto shock!". Ciro Esposito, la madre: "Gastone coperto da qualcuno, atto fascista e razzista"

Scritto da Redazione in Interviste11 SET 2017 ORE 16:19

Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ucciso a Roma nel 2014, è intervenuta ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Ecco le sue parole: "Sabato grazie ad un articolo apparso su un giornale, ho appreso la notizia. E' stato uno shock per me visto che non sono stata avvisata dai miei legali, pensavo si trattasse di un errore. Poi io e l'avvocato Angelo Pisani, stamattina, abbiamo letto insieme la sentenza, dove c'è scritto che mio figlio è stato ucciso per una "bravata". Proprio così. Cos'è una bravata? Come può un omicidio nascere da una bravata. I video e gli audio totalmente ignorati, negati. Ciro ha detto che erano in tanti e portavano il casco. "Gastone" ha 50 anni, fa una bravata portando con sè una persona? E' coperto da qualcuno, ne sono sicura: questo è stato un atto fascista e razzista e in Italia sono dei crimini perseguibili penalmente. Porterò sempre messaggi di pace e amore, non smetterò mai perchè non voglio che succeda ancora quello che è successo a mio figlio".

Potrebbe interessarti anche...
Ultime da SKY Sport
Seguici su Facebook per commentare le notizie