Niente drammi, sconfitta utile. Trovare i "colpevoli" non serve, preoccupa un solo aspetto

Scritto da Luca Cirillo in Coppe14 SET 2017 ORE 00:28

Niente drammi, Napoli. E' solo una sconfitta. Che ci può stare e che può tornare utile. "Un risultato che ci fa tornare sulla terra", parola di Sarri. E c'è da credergli perchè solo il mister ha il polso dello spogliatoio e sa bene cosa è giusto fare tra turnover e scelte tattiche. Al di là dell'evidente calo atletico di tanti calciatori (in particolare Hamsik), c'è solo un aspetto che desta qualche preoccupazione: la squadra si innervoscisce (e non poco) quando non trova nello specchio di sè la propria identità e perde ulteriormente il controllo dei nervi. Contro lo Shakhtar troppi interventi spigolosi, falli al limite e nella ripresa anche accesi diverbi contro gli avversari. Trovare il colpevole in questo momento non giova a nessuno. C'è chi punta il dito contro Reina, chi mette il capitano sul banco degli imputati e chi rivolge lo sguardo a Sarri "reo di aver lasciato in panchina Mertens e Allan". Un esercizio inutile e dannoso che non giova a nessuno. Mai come in questo momento serve equilibrio, occorre fiducia. L'occasione per rifarsi c'è subito: al San Paolo domenica arriva il Benevento. Un ottimo test per ritrovare subito serenità ed identità. 

Potrebbe interessarti anche...
Ultime da SKY Sport
Seguici su Facebook per commentare le notizie