La Tv svizzera massacra il Napoli: "Tragedia in tre atti, il Feyenoord si toglie lo sfizio e non è un caso"

Scritto da Redazione in Coppe7 DIC 2017 ORE 11:45

Nell'ultima notte di Champions League che chiude la fase a gironi, per il Napoli si consuma una tragedia in tre atti: il primo in Ucraina, dove lo Shakhtar Donetsk batte un Manchester City rinunciatario; il secondo a Rotterdam, dove il Napoli stesso non vince e non convince, lasciando spazio ad un Feyenoord ultimo nel girone e che saluta con soddisfazione la massima competizione europea togliendosi lo "sfizio" di battere gli italiani dinanzi al pubblico olandese; e il terzo dopo il fischio finale, quando la dirigenza realizza che andare in Europa League vuol dire non incassare più i milioni della Champions.

Non è un caso, probabilmente, che gli azzurri abbiano subito gol dopo aver saputo del vantaggio dello Shakhtar a Kharkiv; come non è un caso che abbiano incassato il raddoppio quando le speranze di qualificazione erano praticamente nulle: la testa, ormai, era completamente altrove. Lo riferisce la RSI, la Radiotelevisione svizzera, nella sua analisi relativa al club partenopeo.