CHAMPIONS - Salah mattatore, manita del Liverpool. La Roma si sveglia solo alla fine

Scritto da Francesco Ragosta in Coppe24 APR 2018 ORE 22:28

Il Liverpool mette una serie ipoteca sulla finale di Kiev, vincendo 5-2 in casa contro la Roma che si risveglia nel finale e ora dovrà cercare un altro miracolo.

E' Salah, il grande ex, il protagonista assoluto della semifinale di andata della Champions League: il Liverpool si porta con un piede e mezzo a Kiev battendo 5-2 ad "Anfield" la Roma inguardabile in difesa, capace di rendere il punteggio meno pesante solo nel finale. Due gol che lasciano qualche chance in vista del ritorno del 2 maggio, ma servirà un'altra impresa dopo la rimonta con il Barcellona.

Dopo venti minuti equilibrati con Kolarov che colpisce anche una traversa, la squadra di Klopp comincia a dominare e costruire occasioni da rete sprecate malamente. Il meritato vantaggio arriva al 37' con un'autentica prodezza di Salah: l'egiziano piazza un sinistro dal limite dell'area che finisce all'incrocio imparabile per Alisson. La Roma subisce il colpo, Lovren sfiora il raddoppio colpendo la traversa, ma il secondo gol dei Reds arriva ad un passo dall'intervallo ancora con Salah che in contropiede approfitta di un errore di Juan Jesus e buca ancora la sua ex.

Di Francesco prova a cambiare qualcosa nella ripresa inserendo Schick, ma la difesa della Roma continua a ballare e Salah si trasforma in assist-man: al 55' regala a Manè il pallone del terzo gol solo da spingere in rete e si ripete cinque minuti dopo saltando un imbarazzante Juan Jesus e servendo questa volta Firmino che firma il poker. Al 68' il brasiliano completa l'umiliazione trovando la sua doppietta personale di testa e la manita in faccia alla Roma.

Quando sembra tutto finito, il Liverpool cala e si distrae in difesa. La squadra giallorossa trovare la rete con Dzeko all'80' e Perotti su rigore accorcia ancora all'85'. Un sussulto d'orgoglio che lascia qualche speranza in vista del ritorno.

Consigliati per te...
Ultimissime notizie